La fusione Espresso-Itedi non si traduca in tagli all’occupazione e riduzione di spazi di pluralismo. L’Fnsi: avvieremo un confronto con l’azienda

La Federazione nazionale della stampa italiana “ribadisce il proprio impegno affinchè le inevitabili economie di scala che seguiranno a tale operazione di aggregazione non si traducano in tagli all’occupazione e nella riduzione del pluralismo dell’informazione e dell’autonomia delle singole testate”. Ad affermarlo, in una nota, il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso, riferendosi alla firma dell’accordo quadro per l’integrazione fra il Gruppo editoriale L’Espresso e Itedi, firma che, sottolinea la Federazione, “rappresenta un ulteriore tassello nel processo di fusione fra i due gruppi, annunciato nel marzo scorso”.

Raffaele Lorusso (foto Assostampa)

Raffaele Lorusso, segretario della Fnsi (foto Assostampa)

Proprio per scongiurare pericoli per i livelli occupazionali e per gli spazi di pluralismo, la Fnsi conferma la volontà di avviare, insieme con le Associazioni regionali di stampa e con i Comitati di redazione coinvolti, “una fase di confronto con l’azienda a partire dalla presentazione del piano industriale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Europei di calcio. Arriva il gatto Achille, oracolo felino (sordo) che indovina le squadre vincenti

Europei di calcio. Arriva il gatto Achille, oracolo felino (sordo) che indovina le squadre vincenti

TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post di maggio. Nel mese dello scudetto nerazzurro, Juve raddoppia e celebra Buffon

TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post di maggio. Nel mese dello scudetto nerazzurro, Juve raddoppia e celebra Buffon

GEDI acquista il controllo del portale AutoXY; quote restanti in continuità manageriale: 20% al ceo Cito, 2% al cto Serafino

GEDI acquista il controllo del portale AutoXY; quote restanti in continuità manageriale: 20% al ceo Cito, 2% al cto Serafino