L’Ad blocking la più grande sfida per gli editori che vogliono investire sul mobile (INFOGRAFICA)

L’Ad blocking è il più grande terrore degli editori. Secondo un sondaggio condotto da Fipp, il network dei media globali, l’Ad blocking non rappresenta soltanto per gli editori un problema sui desktop dei pc, ma è anche un ostacolo al loro tentativo di conquistare traffico via mobile.

Il sondaggio, condotto su un campione di oltre 300 editori alle prese con la pubblicazione di news via mobile, rivela che per il 49% di loro le sfide principali provengono proprio dall’Ad blocking, per il 44% dalla qualità della consumer experience e per il 42% dalla qualità dei contenuti. Al quarto posto, con il 38%, c’è il problema dell’installazione delle app. I costi sono un problema per il 30%, l’assenza di adeguati ritorni economici lo sono per il 24% del campione.

Ecco l’infografica realizzata da Fipp e Statista:

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

L’Odg Campania firma con Futura Broker una convenzione per la tutela legale dei giornalisti. Copertura fino a 10mila euro

L’Odg Campania firma con Futura Broker una convenzione per la tutela legale dei giornalisti. Copertura fino a 10mila euro

Letta a Draghi: Pd è per cambiamento forte della Rai, per discontinuità profonda

Letta a Draghi: Pd è per cambiamento forte della Rai, per discontinuità profonda

Caso Rai-Anni 20. Il consigliere De Biasio a Salini: no a misure disciplinari e pensiero unico; Rai promuova dibattito plurale su norme Ue

Caso Rai-Anni 20. Il consigliere De Biasio a Salini: no a misure disciplinari e pensiero unico; Rai promuova dibattito plurale su norme Ue