La nuova società varata con Sky cercherà modelli distributivi innovativi ed esplorerà nuove strade nei contenuti e nei linguaggi, dice Federica Lucisano

Italian International Film, controllata del Gruppo Lucisano fa parte con Cattleya, Indiana, Palomar e Wildside della newco guidata da Sky, che sarà costituita nelle prossime settimane per sostenere e stimolare l’industria del cinema italiano.

È la prima volta che una media company operante nel settore pay e free e alcuni importanti produttori indipendenti italiani uniscono le loro forze, con l’obiettivo di offrire al mercato ulteriori opportunità di scelta e di crescita, esplorando nuove strade sia sul piano dei modelli distributivi che su quello dei contenuti e del linguaggio.

“Siamo orgogliosi di questo accordo: rappresenta un’importantissima notizia per tutto il cinema italiano, che grazie alla sinergia con una media company di portata europea avrà maggiori possibilità di affermarsi anche oltre i confini nazionali”, ha commentato l’Amministratore delegato di Lucisano Media Group, Federica Lucisano. “Questa nuova realtà nasce da una forte volontà di arricchire l’offerta a vantaggio del pubblico e dell’industria cinematografica italiana. La storia del nostro Gruppo si fonda da oltre 58 anni proprio sul delicato equilibrio tra tradizione e rinnovamento: siamo quindi entusiasti di iniziare questa nuova avventura per proseguire nel nostro percorso di crescita”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gedi, primo trimestre in utile a 2 milioni. De Benedetti: monetizzare informazione di qualità. Cioli: fiducia nonostante mercato

Gedi, primo trimestre in utile a 2 milioni. De Benedetti: monetizzare informazione di qualità. Cioli: fiducia nonostante mercato

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu