Vincent Gillet, vicepresidente del marketing internazionale di Hertz

Il 1 settembre 2016 Hertz Global Holdings ha annunciato la nomina di Vincent Gillet a vicepresidente del marketing internazionale. Gillet, responsabile delle strategia marketing di Hertz, Dollar, Thrifty e Firefly in Europa, Medio Oriente, Africa, Asia e America Latina, nel suo ruolo riporta direttamente a Matt Jauchius, chief marketing officer, e a Jim Mueller, senior vice president of sales, marketing and revenue management, international. Le sue competenze comprenderanno il marketing regionale, l’ecommerce e il digital, le partnership, lo sviluppo dei prodotti e i brand team.

Di recente, infine, Gillet ha ricoperto l’incarico di global vice president presso brand come Infiniti e presso i premium brand di Nissan Motors. In precedenza è stato senior vice president e global brand leader per W e Le Meridien hotel presso Starwood Hotels & Resorts; chief marketing officer presso Six Senses Hotels and Spa in Asia, Europa e Medio Oriente.

Prima di occuparsi del settore alberghiero e dell’ospitalità, Gillet ha lavorato nel settore del vino e degli alcolici, presso aziende come Stoli brand di Pernod, in qualità di global brand director; in Gran Bretagna presso Mumm and Perrier Jouer Champagnes come country manage; e presso Moet & Chandon con l’incarico di senior brand manager. Ha iniziato la sua carriera con il Gruppo Chanel, occupandosi di marketing internazionale, comunicazione e advertising.

Vincent Gillet

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Marc Dardenne, chief operating officer dei marchi lusso in Europa di Accor

Marc Dardenne, chief operating officer dei marchi lusso in Europa di Accor

Mondadori Retail: Carmine Perna nuovo amministratore delegato al posto di Pierluigi Bernasconi

Mondadori Retail: Carmine Perna nuovo amministratore delegato al posto di Pierluigi Bernasconi

Giulia Rizzo nel team di HarperCollins Italia come editor ragazzi

Giulia Rizzo nel team di HarperCollins Italia come editor ragazzi