Esordio record per ‘Bake off Italia’: 6,8% di share. Il talent cooking show con Benedetta Parodi in simulcast sui canali Discovery

Ieri in prima serata miglior debutto di sempre in termini di share per ‘Bake off Italia – Dolci in forno’, il talent cooking show dedicato al ‘bakery’ condotto da Benedetta Parodi.

Secondo una nota, la prima puntata della quarta stagione,in onda ieri sera alle 21:10 in simulcast sui canali del digitale terrestre free del gruppo Discovery Italia (Real Time, NOVE, DMax, Giallo, Focus, K2, Frisbee), ha totalizzato un ascolto medio pari a 1.345.000telespettatori con il 6,8% di share (che sale al 12,5% sul target donne 15-34 anni), registrando un +13% di share rispetto al primo episodio della scorsa stagione.
Durante la messa in onda “BAKE OFF ITALIA – DOLCI IN FORNO”, prodotto da Magnolia per Discovery Italia, è risultato il 4° programma più visto dal totale individui.

In particolare su Real Time il programma ha totalizzato 796.000 telespettatori con il 4% di share (che sale al 10% sul target donne 15-34 anni) facendo del canale l’8° nazionale in prima serata e il 7° in seconda serata rispettivamente con l’3,1% di share e il 3,4% sul totale individui.

La partecipazione del pubblico è esplosa anche su TWITTER: con 24.300 tweets e 7.900 utenti unici, “BAKE OFF ITALIA – DOLCI IN FORNO” è risultato il programma più commentato della serata con l’hashtag ufficiale #bakeoffitalia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Classifica Audiweb dell’informazione online a maggio. Repubblica sempre in testa; Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport guadagnano terreno

Classifica Audiweb dell’informazione online a maggio. Repubblica sempre in testa; Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport guadagnano terreno

Nyt, Figaro, Monde, Faz, Pais: la scomparsa di Camilleri fa il giro del mondo online

Nyt, Figaro, Monde, Faz, Pais: la scomparsa di Camilleri fa il giro del mondo online

L’Ue apre indagine antitrust su Amazon. Nel mirino l’uso dei dati dei rivenditori indipendenti

L’Ue apre indagine antitrust su Amazon. Nel mirino l’uso dei dati dei rivenditori indipendenti