Solo nel 2018 il tempo speso sui media digitali sarà di più di quello passato davanti alle tv o leggendo il giornale. I dati rielaborati da Fipp (INFOGRAFICA)

E’ convinzione quasi diffusa che i media digitali abbiamo sorpassato per tempo di utilizzo i media tradizionali. In realtà i numeri raccontano qualcosa di diverso e, dati alla mano, secondo gli ultimi riscontri di eMarketer sulle abitudini di consumo tra gli adulti in America, il fatidico sorpasso non c’è ancora stato. Le distanze tra le diverse tipologie di mezzi utilizzati per informarsi stanno sì assottigliandosi sempre di più, ma solo nel 2018 i media digitali metteranno la freccia,sopravanzando anche se di pochissimo i più tradizionali tv, radio e giornali.

Ecco raccolti in un’infografica di Fipp e Statista.com i dati di utilizzo dei due mezzi raffrontati, dal 2011 a oggi e le previsioni per i prossimi due anni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cresce del 20% la spesa per contenuti digitali in Italia: traina il gaming, poi video, editoria e musica

Cresce del 20% la spesa per contenuti digitali in Italia: traina il gaming, poi video, editoria e musica

Ricavi tlc e media -7,1% nel primo semestre. Agcom: editoria settore più colpito (-19%); tv (-11%); tiene l’adv online

Ricavi tlc e media -7,1% nel primo semestre. Agcom: editoria settore più colpito (-19%); tv (-11%); tiene l’adv online

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery