Dieci anni di news feed su Facebook. Il social network fondato da Zuckerberg festeggia il decennale della tecnologia che sceglie quali post farci vedere prima di altri in bacheca

Compie dieci anni il news feed di Facebook, la tecnologia che si basa sulle ricerche effettuate dagli utenti del social network per ordinare gerarchicamente sulla bacheca i post di amici e pagine pubbliche seguite in base al proprio ordine di preferenze.

Il news feed è stato creato, spiega Facebook, perché “le persone cercavano manualmente i profili dei loro amici per visualizzare i loro aggiornamenti. Così, il team di Facebook ha deciso di introdurre” il news feed, che è “uno dei primi sistemi feed-based in assoluto”.

Mark Zuckerberg dal palco del Mobile World Congress di Barcellona per (Foto: Olycom)

Il social network di Mark Zuckerberg cita, come esempio del funzionamento di news feed, la storia di Oscar Morales Guevara, l’ingegnere civile colombiano di Barranquilla, che nel 2008 creò il gruppo chiamato ‘Un milione di voci contro le Farc’, lo condivise con un paio di amici fino a che si unirono al gruppo circa 12 milioni di persone, che poi marciarono contro le Farc a Bogotá, New York, Parigi, Sydney e altre città del mondo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lega Serie A, rinviato il voto sull’offerta di Sky per il pacchetto 2 dei diritti tv. Scaroni (Milan) si dimette da consigliere

Lega Serie A, rinviato il voto sull’offerta di Sky per il pacchetto 2 dei diritti tv. Scaroni (Milan) si dimette da consigliere

Il valore dei brand italiani resiste alla pandemia e cresce dell’11%.  Ranking BrandZ: Gucci in prima posizione, poi a Enel e Tim

Il valore dei brand italiani resiste alla pandemia e cresce dell’11%. Ranking BrandZ: Gucci in prima posizione, poi a Enel e Tim

Zuckerberg conferma stop social a Trump, se ne riparla tra 6 mesi. L’ira delll’ex presidente: vergogna assoluta, pagheranno

Zuckerberg conferma stop social a Trump, se ne riparla tra 6 mesi. L’ira delll’ex presidente: vergogna assoluta, pagheranno