Oggi in programma il Cda Rai. Tra i temi da discutere i palinsesti radiofonici, l’autoregolamentazione degli stipendi e l’aggiornamento sul piano dell’offerta informativa. Slittate le nomine dei vicedirettori delle testate

La presentazione dei palinsesti radiofonici, dopo le polemiche estive sulla presunta cancellazione di alcuni programmi storici, poi smentita, e sul ruolo del nuovo direttore artistico Carlo Conti, è uno degli argomenti all’ordine del giorno del consiglio di amministrazione Rai, in programma oggii. Nel corso della riunione, la prima dopo le vacanze estive, si affronterà anche il tema dell’autoregolamentazione degli stipendi, finalizzata a mettere un freno ai compensi d’oro.

La discussione, secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, dovrebbe andare avanti nelle successive sedute, anche alla luce delle proposte dei consiglieri. Nell’incontro verrà anche presentata l’app Rai Play e ci sarà un aggiornamento sul piano per l’offerta informativa.

Antonio Campo Dall’Orto (foto Olycom)

Slitta, invece, la nomina dei vicedirettori nella testate interessate dall’ultima tornata di avvicendamenti. Entro il 7 ottobre i nuovi direttori dovranno presentare il piano editoriale ed allora si dovrebbe conoscere anche la squadra di vertice di Tg2, Tg3, Gr-Radio1 e Rai Parlamento.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”