Il 16 settembre è il Global Beer Responsibility Day. Le iniziative di Beck’s in 4 città italiane per sensibilizzare sul tema del consumo responsabile di alcolici

Divertirsi senza problemi bevendo responsabilmente. Sono questi il tema e il messaggio dell’iniziativa con cui venerdì 16 settembre Beck’s celebra a Milano, Roma, Firenze e Torino il Global Beer Responsibility Day, l’evento nato nel 2010 che coinvolge i più importanti produttori di birra mondiali con l’obiettivo di promuovere e rafforzare il consumo responsabile di birra.

Dalle 15.00 di venerdì 16 settembre, nelle zone a maggior densità di locali pubblici delle 4 città, 140 dipendenti di AB InBev Italia diventeranno ambasciatori del bere responsabile, distribuendo materiali informativi e invitando i passanti a partecipare a un sondaggio volto a investigare la conoscenza e la consapevolezza delle tematiche inerenti al consumo di alcol. L’iniziativa coinvolge anche 26 locali a livello nazionale.

Oltre all’attività di field, Beck’s, come spiega la nota stampa, rilascerà a partire dal 14 settembre delle video pillole interamente dedicate al Beer Responsibility Day. I video saranno disponibili sul sito It.becks.com e sulla pagina Facebook.

Anche il sito di AB InBev, casa madre del marchio che per l’iniziativa ha coinvolto in tutto il mondo 66.000 dipendenti e sensibilizzato oltre 8 milioni di consumatori, renderà disponibile del materiale video informativo, incentrato sul servizio responsabile e rivolto agli operatori del settore della vendita e della mescita.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoriale Domus lancia il trimestrale Meridiani Cammini

Editoriale Domus lancia il trimestrale Meridiani Cammini

Generali sceglie Dentsu Aegis Network e The Big Now

Generali sceglie Dentsu Aegis Network e The Big Now

Upa con Neodata Lab per il master in Data Science, in collaborazione con Omnicom Media Group, GFK e Google

Upa con Neodata Lab per il master in Data Science, in collaborazione con Omnicom Media Group, GFK e Google