I rilievi Anac sulle nomine Rai non sono un attacco a nessuno, dice il sottosegretario Giacomelli. Un atto dovuto che Cda e dg prendano iniziativa. Il governo attende decisioni dell’azienda

Un “atto dovuto” la riunione del Cda Rai che oggi è stata convocata per valutare i rilievi giunti dall’Anac. È il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli a definire così all’Adnkronos la riunione straordinaria del board di viale Mazzini.

Antonello Giacomelli (foto Olycom)

Antonello Giacomelli (foto Olycom)

“Non mi pare niente di straordinario che il Cda e il direttore generale si riuniscano per valutare come ottemperare ai rilievi che sono venuti dall’Anac“, ha detto Giacomelli.

“Non mi sembra – ha aggiunto il sottosegretario – né un attacco né la messa in mora di nessuno, ma un atto dovuto che gli organi aziendali prendano atto dei rilevanti rilievi” dell’Autorita presieduta da Cantone e che “decidano le necessarie iniziative”.

“Il governo aspetterà le decisioni aziendali e le valuterà”, ha spiegato Giacomelli, secondo cui il tema oggetto del Cda straordinario di oggi “riguarda prima di tutto gli organi che amministrano la Rai; non è una competenza politica e di governo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Maccanico lascia Sky per guidare il progetto della nuova Cinecittà presieduta da Chiara Sbarigia

Maccanico lascia Sky per guidare il progetto della nuova Cinecittà presieduta da Chiara Sbarigia

<strong> Venerdì 16 e Sabato 17 aprile </strong> Pio e Amedeo battono Serena Rossi. De Filippi stacca Gioè (r)

Venerdì 16 e Sabato 17 aprile Pio e Amedeo battono Serena Rossi. De Filippi stacca Gioè (r)

“La pandemia non è un gioco della comunicazione con cui accaparrarsi i voti”, dice il ministro Patuanelli

“La pandemia non è un gioco della comunicazione con cui accaparrarsi i voti”, dice il ministro Patuanelli