La Regione Piemonte taglia i fondi per l’Aie. L’assessore alla cultura, Antonella Parigi: non è una rappresaglia contro Milano, concentriamo le risorse sul Salone del libro a Torino

La Regione Piemonte taglia i fondi per l’Aie, negando all’associazione qualche decina di migliaia di euro. Lo scrive la Stampa, commentando il fatto che è stato tagliato il contributo alla manifestazione ‘Più libri più liberi’, organizzata dall’Aie, che con la Fabbrica del libro sta provando a organizzare un salone del libro a Milano.

Antonella Parigi, assessore alla cultura della Regione Piemonte, con il ministro Dario Franceschini (Foto: Olycom)

“Non è una rappresaglia”, spiega Antonella Parigi, l’assessore alla cultura regionale. “Mi sembra una decisione ovvia”, aggiunge. Perché “stiamo lavorando per creare qui un Salone e quindi concentreremo tutte le nostre forze su questa cosa”.

“Abbiamo fatto un’alleanza con piccoli e medi editori”, prosegue l’assessore, “che hanno scelto Torino e concretizzeremo questa alleanza su tutti i fronti. A cominciare dalla programmazione del Salone del Libro, dalla data, alle cose da fare”.

Spunta, intanto, il nome di Concita De Gregorio per il Salone del Libro di Torino, come direttore dell’evento al fianco di Bray. Si tratterebbe, secondo la Stampa, di un “caporedattore” perfetto per “guidare la macchina” con “quattro collaboratori chiave nessuno dei quali (o forse uno) preso dallo staff della Fondazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, Fnsi: Governo intenzionato ad affrontare problemi in settore. Servono interventi per il lavoro, contro il precariato

Editoria, Fnsi: Governo intenzionato ad affrontare problemi in settore. Servono interventi per il lavoro, contro il precariato

La classifica dell’informazione online, Audiweb agosto 2019. Estate calda per i siti di giornali e agenzie stampa – TABELLA

La classifica dell’informazione online, Audiweb agosto 2019. Estate calda per i siti di giornali e agenzie stampa – TABELLA

Editoria, Martella: rilanciare il settore con una legge 5.0. All’informazione quota da web tax e sostegno pubblico stabile

Editoria, Martella: rilanciare il settore con una legge 5.0. All’informazione quota da web tax e sostegno pubblico stabile