Banzai cede Saldiprivati a Showroomprivè per 38 milioni di euro. Il presidente Ainio: in 6 mesi ridefinito il nostro perimetro di business

Il Cda di Banzai ha approvato la cessione di Saldiprivati a Showroomprivè. Il perimetro dell’operazione, spiega una nota del gruppo fondato da Paolo Ainio, comprende l’intera quota (100%) detenuta da Banzai. Il prezzo dell’operazione è pari a 38 milioni di euro, su base debt-free e cash free, inclusa una quota di earn-out a favore di Banzai fino a 10 milioni di euro, al verificarsi di alcune condizioni legate ai risultati 2018 delle attività cedute. Il prezzo di cessione include anche un ulteriore importo pari a 5 milioni, legato al raggiungimento degli obiettivi 2017 legati al buon esito del processo di carve-out delle attività di Saldiprivati. L’incasso al closing è pari a 28 milioni di euro, prima dei costi non ricorrenti legati alla vendita, di cui 2,5 milioni un deposito a garanzia. La cessione sarà perfezionata entro novembre 2016.

Paolo Ainio

Paolo Ainio

La cessione di Saldiprivati comporterà alla firma una plusvalenza lorda pari a circa 6 milioni di euro a livello consolidato, prima dei costi complessivi e non ricorrenti legati alla vendita. Si prevede che a seguito degli effetti positivi derivanti dalla cessione Banzai chiuderà l’esercizio 2016 in utile a livello consolidato. L’accordo prevede inoltre che Banzai gestisca per un periodo di cinque anni le attività di logistica e fulfilment legate all’intero perimetro delle attività italiane di Showroomprivè.

L’intenzione di Banzai è quella di rafforzare la sua presenza nell’eCommerce,  sul segmento tech and appliance, in cui opera attraverso ePrice.  “In meno di 6 mesi abbiamo completato il processo di ridefinizione del nostro perimetro di business concentrandoci sui segmenti a maggior tasso di crescita e di evoluzione”, ha spiegato Paolo Ainio, presidente di Banzai.

Per quanto riguarda il gruppo francese, l’integrazione di SaldiPrivati, spiega la nota, permetterà a Showroomprive di proseguire nella sua strategia di sviluppo a livello internazionale, portando al 20% la quota del proprio fatturato estero.

Bruno Decker, fondatore e ceo di Saldi Privati, resta alla guida della società unendosi al team dirigenziale di Showroomprive.

Leggi o scarica la nota (.pdf), disponibile sul sito Banzai.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Upa lancia Nessie, prima dmp condivisa dai soci di un’associazione. Sassoli De Bianchi: nel ‘data lake’ i dati dei partecipanti

Upa lancia Nessie, prima dmp condivisa dai soci di un’associazione. Sassoli De Bianchi: nel ‘data lake’ i dati dei partecipanti

‘Gli Editori per l’Editoria’, accordo Fieg-Aie per sensibilizzare su informazione ed editoria – DOCUMENTO

‘Gli Editori per l’Editoria’, accordo Fieg-Aie per sensibilizzare su informazione ed editoria – DOCUMENTO

Mfe, avanti su fusione: pubblicato statuto ‘anti-ribaltone’ per la nuova holding. Voto Vivendi resta congelato

Mfe, avanti su fusione: pubblicato statuto ‘anti-ribaltone’ per la nuova holding. Voto Vivendi resta congelato