A K.media la raccolta pubblicitaria sul mercato italiano di ‘The Economist’ e del supplemento bimestrale ‘1843’

Dal 3 ottobre, K.media si occupa della raccolta pubblicitaria (stampa e digitale) nel mercato italiano per ‘The Economist’. Fondato nel 1843, il magazine rimane uno dei più autorevoli settimanali anglosassoni con una vasta diffusione distribuita tra Worldwide (1.459.929 copie), UK (236.342 copie) e USA (837.137 copie). L’83% dei lettori è composto da uomini che ricoprono posizioni di rilievo: il 72% è costituito da dirigenti con un elevato potere di acquisto e il 66% da opinion leaders.

Tra stampa e digitale, spiega la nota stampa, la testata raggiunge 6.664.530 lettori, dislocati a livello mondiale: USA (3.737.175), UK (755.670), Europa (959.129), Middle East & Africa (164.334), Pacific Asia (869.218) e America Latina (159.004).

Insieme a The Economist, nel portfolio di K.media entra anche ‘1843’, supplemento lifestyle e cultura, diffuso soprattutto tra gli abbonati in UK (242.000 copie) e USA(100.000), a periodicità bimensile.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Style Magazine dedica un numero speciale a Milano. In copertina il sindaco Sala

Style Magazine dedica un numero speciale a Milano. In copertina il sindaco Sala

Paperlit trasforma in app le cento riviste di Tecniche Nuove

Paperlit trasforma in app le cento riviste di Tecniche Nuove

Le foto mai viste del Ventennio. Dopo 75 anni l’Archivio Vitullo digitalizzato da Agi è di nuovo visibile

Le foto mai viste del Ventennio. Dopo 75 anni l’Archivio Vitullo digitalizzato da Agi è di nuovo visibile