Sky la prima vera media company in Italia, dice l’ad della pay tv, Zappia. Per noi è un mercato importante, con ampi margini di crescita

Sky è diventata “la prima vera media company italiana, con ampi margini di crescita”. A dirlo l’ad della pay tv, Andrea Zappia, intervenendo in videocollegamento al convegno sul digitale organizzato da EY a Capri ‘Accelerare x competere x crescere’. Ricordando che Sky conta 4,7 milioni di abbonati e 2,8 miliardi di ricavi, il manager ha sottolineato che “l’Italia resta un Paese importante nonostante la flessione significativa del mercato degli ultimi anni”. “In questo momento che non riesce a leggere il fatturato degli over dei top”, ha spiegato, “Sky è riuscita negli ultimi anni a combattere una situazione economica complicata restando stabile con un business plan più resiliente rispetto ad altri operatori”.

Andrea Zappia

Andrea Zappia, ad di Sky Italia

Zappia ha sottolineato il successo di ‘Gomorra’ “a livello globale inaspettato” al punto che è diventato il secondo programma piu’ visto in Francia.

Parlando poi di AdSmart, il servizio lanciato da Sky che fornisce spot mirati all’utente, sul quale lo scorso 19 settembre era intervenuto anche il Garante della privacy, Zappia ha parlato di “zero problemi sulla privacy”. Il manager ha spiegato che si tratta di un “servizio totalmente trasparente in cui l’utente non solo preme e dà l’ok, ma da cui di fatto trae un vantaggio perché ottiene spot coerenti con i suoi bisogni”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> 23 aprile </strong>  Vince il GF, giù L’Aquila, battuta da The Voice. Di Maio da Floris non stronca Berlinguer

23 aprile Vince il GF, giù L’Aquila, battuta da The Voice. Di Maio da Floris non stronca Berlinguer

Snapchat: trimestre sopra le attese, con utenti e ricavi in crescita. Il ceo Spiegel: in Usa raggiunto il 90% dei giovani 13-24 anni

Snapchat: trimestre sopra le attese, con utenti e ricavi in crescita. Il ceo Spiegel: in Usa raggiunto il 90% dei giovani 13-24 anni

Francesca Snidersich nominata direttore di Hearst Create. Il dg Cancelliere: divisione strategica per il gruppo

Francesca Snidersich nominata direttore di Hearst Create. Il dg Cancelliere: divisione strategica per il gruppo