Confindustria non abbandona il suo giornale. Il presidente dei Giovani, Marco Gay: vogliamo risanare il ‘Sole 24 Ore’ e farne una realtà solida e competitiva. Valuteremo aumento di capitale e nuovi soci dopo il piano di rilancio

Confindustria vuole mantenere la proprietà del ‘Sole 24 Ore’. E quanto alla possibilità che entrino nuovi soci “valuteremo, dobbiamo vedere la dimensione dell’aumento di capitale e poi vedremo”. Così il presidente dei Giovani di Confindustria, Marco Gay, a margine del convegno sull’Innovazione promosso a Capri da EY.

“Si sta portando avanti la volontà come imprenditori e come azionisti non solo che il ‘Sole’ venga risanato – ha spiegato Gay – ma che diventi una realtà solida e competitiva”.

Marco Gay, presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria (foto: Primaonline.it)

Sull’ipotesi di un aumento di capitale, Gay ha aggiunto che “probabilmente” si farà, “ma aspettiamo di vedere e valutare il piano industriale, poi si potranno prendere tutte le altre decisioni. Quello che posso dire è che c’è la volontà che il giornale continui ad essere di proprietà di Confindustria” .

“Valuteremo”, ha concluso, anche “l’ingresso di nuovi soci”, ma “dobbiamo avere il piano di rilancio e poi vedremo quante e quali risorse” investire. Appuntamento, dunque, al Consiglio generale previsto per metà mese e all’assemblea del ‘Sole’ di fine novembre “per approfondire tutta la situazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, in arrivo il canale multipiattaforma per l’informazione istituzionale: RaiParlamento e GrParlamento motori

Rai, in arrivo il canale multipiattaforma per l’informazione istituzionale: RaiParlamento e GrParlamento motori

Poligrafici Editoriale approva il bilancio 2018. Riffeser Monti: più sinergie tra carta e digitale

Poligrafici Editoriale approva il bilancio 2018. Riffeser Monti: più sinergie tra carta e digitale

Cbs: esteso fino a fine 2019 il mandato al ceo ad interim Ianniello

Cbs: esteso fino a fine 2019 il mandato al ceo ad interim Ianniello