Nel 2018 l’Italia sarà in pari con il resto del mondo sulla fibra ottica, dice Giuseppe Recchi. Il Paese indietro per scelte politiche senza strategia fatte in passato

Nella copertura con la fibra ottica “oggi siamo al 55%, l’anno prossimo saremo all’80% e nel 2018 all’84%, saremo quindi in pari con il resto del mondo”. A dirlo il presidente di Telecom Italia Giuseppe Recchi intervenendo alla conferenza d’apertura del ‘Maker Faire’. “Sono 4 anni che siamo il più grosso investitore in Italia in infrastrutture”, ha ribadito. Dal suo punto di vista, il Paese si trova “indietro” nelle reti fisse di nuova generazione “perché sono state fatte scelte politiche senza strategia”. “Adesso c’é il piano del Governo e il piano Calenda che sostiene gli investimenti delle imprese”. “E’ ottimo perchè proietta obiettivi ambizioni ma fattibili”, ha spiegato. “Ma tutti dobbiamo darci fare”.

Giuseppe Recchi (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il mercato M&E italiano nel 2020 cala il valore a 30,9 miliardi, -9,5% causa Covid. PwC: spesa adv -19,7% – NUMERI E INFOGRAFICHE

Il mercato M&E italiano nel 2020 cala il valore a 30,9 miliardi, -9,5% causa Covid. PwC: spesa adv -19,7% – NUMERI E INFOGRAFICHE

Massimo Caputi, capo dello Sport del Messaggero, licenziato “per giusta causa”. Lo scrive Professione Reporter

Massimo Caputi, capo dello Sport del Messaggero, licenziato “per giusta causa”. Lo scrive Professione Reporter

Papa Francesco: importante una comunicazione onesta per raccontare la verità su quel che sta succedendo all’interno della Chiesa

Papa Francesco: importante una comunicazione onesta per raccontare la verità su quel che sta succedendo all’interno della Chiesa