Arrestato il capo di Rojadirecta, il sito che trasmette il calcio in streaming, più volte sotto accusa per violazione del diritto d’autore

È stato arrestato Igor Seoane, capo di Rojadirecta, il sito che trasmette le partite di calcio in streaming. A riportare la notizia, il 27 ottobre, l’edizione online del ‘Mundo deportivo‘. La piattaforma venne aperta nel 2005 ed è tutt’ora seguita da milioni di appassionati di calcio, ma non solo, che si collegano per seguire le partite via web. Il sito era già finito nel mirino delle forze dell’ordine, a causa delle denunce delle varie piattaforme televisione a pagamento, in particolare Canal+, per una grave violazione del diritto d’autore.

Negli ultimi anni Rojadirecta è stato oscurato diverse volte, anche in Italia, ma è poi sempre riapparso, cambiando dominio. Il giro di denaro che ruota intorno al sito ha portato i magistrati a intervenire. Secondo quanto riporta Ansa, Seoane sarebbe stato chiamato a rendere alcune dichiarazioni nel Tribunale de La Coruna, in Galizia, e al termine del colloquio con i giudici sarebbe stato arrestato, anche se alcune fonti giudiziarie fanno sapere che la detenzione non è legata alle indagini portate avanti negli ultimi mesi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Bandalarga mobile cresciuta del 48% in quasi un anno. Il quadro delle comunicazione nell’ultimo Osservatorio Agcom, Settembre 2020

Bandalarga mobile cresciuta del 48% in quasi un anno. Il quadro delle comunicazione nell’ultimo Osservatorio Agcom, Settembre 2020

Usa, Facebook banna le pubblicità di accessori d’armi fino al 22 gennaio. Banditi anche eventi online vicino al luogo del giuramento di Biden

Usa, Facebook banna le pubblicità di accessori d’armi fino al 22 gennaio. Banditi anche eventi online vicino al luogo del giuramento di Biden

Procida è la Capitale italiana della cultura 2022. Franceschini: Segnale per il futuro, ci accompagnerà nell’anno della ripartenza

Procida è la Capitale italiana della cultura 2022. Franceschini: Segnale per il futuro, ci accompagnerà nell’anno della ripartenza