Gannett rinuncia all’acquisto di Tronc, il gruppo che edita Chicago Tribune e Los Angeles Times

Dopo mesi di corteggiamento, Gannett, il gruppo che pubblica Usa Today, getta la spugna e rinuncia all’acquisizione di Tronc, editore di Los Angeles Times e il Chicago Tribune. Secondo la stampa internazionale, i due colossi avevano raggiunto un accordo sul prezzo, con Gannett pronta a pagare 18,75 dollari per azione in contanti, portando a termine un’operazione da circa 900 milioni di dollari.

Nella sua nota ufficiale Gannett non spiega i motivi della rinuncia, ma da più parti si rincorrono le voci che a far naufragare la trattativa sarebbe stata l’incapacità di finanziare l’offerta per il passo indietro di alcune banche inizialmente favorevoli.

Bob Dickey, chief executive officer di Gannett

I tentativi di aggiudicarsi Tronc – che negli ultimi mesi ha cambiato il suo nome da Tribune Publishing a Tribune Online Content, abbreviato in Tronc, per accentuare la sua nuova apertura al web – fanno parte di una forte strategia portata avanti da Gannett per conquistare più spazio in un settore come quello dei giornali in difficoltà, soprattutto per il calo dei guadagni pubblicitari. Solo nell’ultimo anno il gruppo, ricorda il Wall Strett Journal, ha infatti portato a termine le acquisizioni del Journal Media Group per 280 milioni di dollari, della compagnia di digital marketing services ReachLocal per 156 milioni e il North Jersey Media Group per una somma che non è stata resa nota.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tennis: Torino si aggiudica le Atp Finals dal 2021 al 2025. Superate Singapore, Tokyo, Manchester e Londra

Tennis: Torino si aggiudica le Atp Finals dal 2021 al 2025. Superate Singapore, Tokyo, Manchester e Londra

<strong> 23 aprile </strong>  Vince il GF, giù L’Aquila, battuta da The Voice. Di Maio da Floris non stronca Berlinguer

23 aprile Vince il GF, giù L’Aquila, battuta da The Voice. Di Maio da Floris non stronca Berlinguer

Snapchat: trimestre sopra le attese, con utenti e ricavi in crescita. Il ceo Spiegel: in Usa raggiunto il 90% dei giovani 13-24 anni

Snapchat: trimestre sopra le attese, con utenti e ricavi in crescita. Il ceo Spiegel: in Usa raggiunto il 90% dei giovani 13-24 anni