Mercoledì 9 novembre torna ‘Cinema2day’. Per la terza giornata dell’iniziativa proposti anche spettacoli al mattino

Torna mercoledì 9 novembre Cinema2Day, l’iniziativa promossa dal ministro della cultura Dario Franceschini insieme ad Anica, Anem e Anec con i film a due euro ogni secondo mercoledì del mese, e per l’occasione l’offerta si amplia con il ritorno delle matinée. “Visto il successo delle prime due edizioni diversi cinema hanno deciso di aumentare il numero degli spettacoli giornalieri anticipando l’apertura e aggiungendo uno o due spettacoli per avere più disponibilità di posti”, ha spiegato Carlo Bernaschi, presidente dell’Anem, l’associazione che raccoglie gli esercenti di Multiplex.

Più proiezioni e anche più scelta, con sette film (A spasso con Bob, Masterminds – I geni della truffa, Morgan, Knight of Cups, Sing Street, Che vuoi che sia e Genius) dalla commedia al dramma, passando per l’azione e per l’horror, che hanno deciso di anticipare di un giorno l’uscita nelle sale. “I numeri delle scorse edizioni sono molto importanti per il settore e fanno ben sperare anche per il prossimo mercoledì”, il commento del presidente dei produttori Anica Francesca Cima. “Forse è ancora troppo presto per capire se siamo riusciti a conquistare nuovi spettatori, ma è sotto gli occhi di tutti che questa promozione è diventata rapidamente una grande festa, soprattutto per i ragazzi che stanno riscoprendo la bellezza di andare al cinema”.

Lanciata a settembre, l’iniziativa ha raccolto quasi 600 mila spettatori al suo debutto, il 14/9 e oltre 1 milione nell’edizione di ottobre, 200 mila in più anche rispetto a Natale. Il record da superare ora è quello di un mercoledì festivo di gennaio (era l’Epifania) con le sale italiane affollate da 1 milione 300 mila spettatori.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto

Apple, la Commissione Ue ricorre contro la sentenza su fisco irlandese. Vestager: dal Tribunale errori di diritto