Nuovo ingresso in Leo Burnett Italia: Massimo Verrone nominato direttore creativo dell’ufficio di Milano

Nuovo ingresso in Leo Burnett Italia, che il 7 novembre ha annunciato la nomina di Massimo Verrone come direttore creativo dell’ufficio milanese con la responsabilità anche della sede di Roma. Nella sua nuova carica risponderà a Francesco Bozza e Alessandro Antonini, direttori creativi esecutivi.

Massimo Verrone

Verrone nasce come disegnatore tessile e approda alla pubblicità nel 1999 in Publicis. Nel corso della sua carriera ha lavorato in realtà come Lowe Pirella,  Leagas Delaney, 1861United e Grey per clienti come Arena, Muller, Aprilia, Zucchi, Saab, Telecom, Mtv fino a venir nominato prima responsabile creativo su Goldenlady Group e poi direttore creativo su Vodafone e Sky.

Durante la sua carriera ha ricevuto importanti riconoscimenti a livello italiano e internazionale.

Nell’agosto del 2008 ha fondato il brand di graphic design ‘keep-the-light-on’ esponendo le sue lightbox a Londra e al Fuorisalone di Milano. Dal 2013 collabora come docente allo IED, Istituto Europeo di Design di cui nel maggio di quest’anno ha assunto la carica di coordinatore del triennio di Art Direction.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fnsi in piazza il 20 maggio per informazione e lavoro: Il Pnrr non assegna la giusta attenzione a chi fa informazione

Fnsi in piazza il 20 maggio per informazione e lavoro: Il Pnrr non assegna la giusta attenzione a chi fa informazione

Sergio, direttore Radio Rai: il futuro è ibridazione tra mezzi, la radio è una piattaforma dove la differenza la fa il contenuto. E su Ter…

Sergio, direttore Radio Rai: il futuro è ibridazione tra mezzi, la radio è una piattaforma dove la differenza la fa il contenuto. E su Ter…

Il campionato di Serie A 2021-22 parte il 22 agosto. Format più spettacolare per la Coppa Italia (con 40 squadre solo di A e B)

Il campionato di Serie A 2021-22 parte il 22 agosto. Format più spettacolare per la Coppa Italia (con 40 squadre solo di A e B)