La Commissione europea studia come svelare dettagli sugli algoritmi di Facebook, Google e Amazon. Non sarà una rivoluzione, ma si tratta di piccoli aggiustamenti normativi a tutela di trasparenza e consumatore

La Commissione europea valuta azioni per chiedere più trasparenza alle aziende del mercato dell’online come Facebook, Amazon, Google e Ebay. A partire dal 2017 saranno condotte indagini su algoritmi e architetture informatiche attraverso cui sono organizzate le news, i post e i risultati di ricerca.

Jeff Bezos, Mark Zuckerberg e Larry Page

Già prima dell’estate la Commissione europea aveva annunciato provvedimenti a tutela degli utenti del web; ora un membro della stessa lo ha confermato al portale Euractiv, dicendo che non si tratterà certo di sconvolgenti misure legislative a danno di giganti come Facebook e Google, ma “probabilmente di qualche piccolo aggiustamento su aspetti che attendono di essere regolati”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, in arrivo il canale multipiattaforma per l’informazione istituzionale: RaiParlamento e GrParlamento motori

Rai, in arrivo il canale multipiattaforma per l’informazione istituzionale: RaiParlamento e GrParlamento motori

Poligrafici Editoriale approva il bilancio 2018. Riffeser Monti: più sinergie tra carta e digitale

Poligrafici Editoriale approva il bilancio 2018. Riffeser Monti: più sinergie tra carta e digitale

Cbs: esteso fino a fine 2019 il mandato al ceo ad interim Ianniello

Cbs: esteso fino a fine 2019 il mandato al ceo ad interim Ianniello