Fuori le star, per ora, dal tetto agli stipendi Rai. La decisione del Cda: i contratti di natura artistica esclusi dal limite dei 240mila euro

Fuori le star, per ora, dal tetto agli stipendi Rai. Questo ha deciso il Cda Rai di oggi, a quanto apprende l’Adnkronos, stabilendo che il tetto di 240mila euro si applica subito, appena entrata in vigore la legge per l’editoria, a tutto il personale dipendente oltre che a collaboratori e consulenti con rapporti assimilabili a quelli di lavoro dipendente.

Una decisione con effetti immediati, anche se è probabile che per ragioni tecnico-amministrative chi è sopra i 240mila euro si veda il taglio in busta paga da dicembre se pure con effetto retroattivo al giorno dell’entrata in vigore della legge, cioè il 15 novembre prossimo.

Le cosiddette star, quindi, e in particolare i contratti di natura artistica restano esclusi in attesa di acquisire l’interpretazione autentica della norma da parte del Ministero dell’Economia, del Ministero dello Sviluppo Economico e del legislatore. (AdnKronos)

La presidente Rai, Monica Maggioni e il dg, Antonio Campo Dall’Orto

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Copyright, Agcom: per tutela efficace serve maggiore consapevolezza utenti e coinvolgimento intermediari

Copyright, Agcom: per tutela efficace serve maggiore consapevolezza utenti e coinvolgimento intermediari

Nel 2018 il 52% delle mail inviate nel mondo sono spam. La Cina il paese dal quale provengono più messaggi indesiderati

Nel 2018 il 52% delle mail inviate nel mondo sono spam. La Cina il paese dal quale provengono più messaggi indesiderati

Radio Radicale, Agcom al Governo: urgente prorogare la convenzione; assicurare continuità del servizio

Radio Radicale, Agcom al Governo: urgente prorogare la convenzione; assicurare continuità del servizio