Amazon interessata allo sport. Trattative in corso con le principali leghe americane per acquisire i diritti di partite e campionati

Amazon mette nel mirino i diritti per la trasmissione in diretta degli eventi sportivi in diretta. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, negli ultimi mesi il colosso dell’e-commerce statunitensi avrebbe intrattenuto colloqui per l’acquisto dei diritti per le partite delle grandi leghe americane come National Basketball Association, Major League Baseball e National Football League, e altri campionati minori tipo Major League Soccer, Atlantic Coast Conference, Campus Insiders, 120 Sports, National Lacrosse League, Major League Lacrosse e World Surf League.

L’obiettivo sarebbe quella di creare un pacchetto sport da 99 dollari l’anno per gli iscritti al servizio Prime, anche se, secondo il giornale, i dettagli sarebbero ancora poco chiari.

Jeff Bezos, ceo e fondatore di Amazon

Al momento nessun commento da parte di Amazon, che in ogni caso, con questa mossa si metterebbe in scia di Facebook e Twitter che da tempo stanno cercando di inserire i diritti sportivi all’interno della loro offerta video, al contrario di Netflix, che più volte ha ribadito di voler puntare su altro tipo di contenuti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, il sottosegretario Moles: nessuno deve essere lasciato indietro; spero di poter fare tutto ciò che è necessario fare

Editoria, il sottosegretario Moles: nessuno deve essere lasciato indietro; spero di poter fare tutto ciò che è necessario fare

L’editoria ha perso 600 milioni di euro. Fieg: in Recovery Plan serve progetto specifico per innovazione digitale

L’editoria ha perso 600 milioni di euro. Fieg: in Recovery Plan serve progetto specifico per innovazione digitale

Audioutdoor lancia il progetto ‘Pubblicità per la città’. Ogni euro investito sui mezzi in mobilità, metà va a beneficio diretto dei cittadini

Audioutdoor lancia il progetto ‘Pubblicità per la città’. Ogni euro investito sui mezzi in mobilità, metà va a beneficio diretto dei cittadini