La Bbc studia una piattaforma on demand per portare i contenuti della radio in tutto il mondo. Il dg Tony Hall: è una grande sfida su cui siamo già al lavoro

La Bbc vuole rendere accessibili i contenuti della radio in tutto il mondo. Lo ha confermato, dopo alcune indiscrezioni stampa, il direttore generale del gruppo, Tony Hall, a un evento di ‘Voice of the Viewer and Listener’.

 

L’idea è quella di realizzare una piattaforma on demand per i contenuti di Bbc radio simile ad iPlayer per i video, ha spiegato Hall. Ed è una delle “grandi sfide” su cui Hall ha messo al lavoro il suo team.

Il progetto, una sorta di “Netflix della parola parlata” aiuterà la Bbc a crescere oltre confine, ma anche a “diffondere la cultura e i valori britannici negli anni che abbiamo davanti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”