“Giornalista, io ti odio”. Copione già visto per l’uscita del 2 dicembre di Grillo e pentastellati a Torino

E’ uno schema consueto, quello che si disegna in Piazza San Carlo a Torino, la sera del 2 dicembre, per la chiusura della campagna referendaria di Grillo.

 

Grillo a Torino

Una piazza piena a metà, tra le duemila e le quattromila persone, nei diversi momenti del pomeriggio, che risponde tiepidamente alle spinte viscerali che arrivano dal palco. Un copione già visto, con un climax di insulti – a Renzi, alla Boschi, a Napolitano- che raggiunge però il suo apice quando si parla di informazione.> E se Fico evoca l’informazione scandalosa contro cui lottare come leoni, e Sibilia parla del Movimento 5Stelle come una maggiornza non silenziosa, ma silenziata, sono Della Valle e Scibona a gridare allo scandalo di giornalisti come Fazio, Vespa e Gruber, “mentitori seriali e complici del disastro morale” della situazione politica attuale, ed è Danilo Toninelli a gridare di sdegno per una “informazione e una tv che non ci ha permesso di parlare”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, in arrivo il canale multipiattaforma per l’informazione istituzionale: RaiParlamento e GrParlamento motori

Rai, in arrivo il canale multipiattaforma per l’informazione istituzionale: RaiParlamento e GrParlamento motori

Poligrafici Editoriale approva il bilancio 2018. Riffeser Monti: più sinergie tra carta e digitale

Poligrafici Editoriale approva il bilancio 2018. Riffeser Monti: più sinergie tra carta e digitale

Cbs: esteso fino a fine 2019 il mandato al ceo ad interim Ianniello

Cbs: esteso fino a fine 2019 il mandato al ceo ad interim Ianniello