Ascolti tv di lunedì 5 dicembre: share del 15,4% per ‘Selfie’ su Canale5; su Rai1, lo speciale di ‘Porta a Porta’ si ferma al 13,5%

La prima serata di ieri va a Simona Ventura che con il suo nuovo programma Selfie, su Canale 5, ha ottenuto 3 milioni 120 mila spettatori e uno share del 15.41%. Su Rai1 lo Speciale di Porta a Porta sui risultati del referendum costituzionale è stato visto da 3 milioni 73 mila spettatori e il 13.52% di share. Nell’access prime time, Striscia la Notizia su Canale 5 ha registrato 5 milioni 337 mila con il 19.07%, risultando il programma più visto della giornata, mentre Affari Tuoi su Rai1 ha segnato 3 milioni 754 mila spettatori e il 13.54%.

Su La7, spiega Ansa, Otto e Mezzo ha interessato 2 milioni 551 mila spettatori (9.23%). Il prime time è andato a Canale 5 con 4 milioni 345 mila spettatori e il 15.88% di share, contro i 3 milioni 623 mila spettatori e il 13.24% di Rai1. A livello generale le reti Rai sono avanti nella prima serata con 8 milioni 746 mila spettatori e il 31.97% di share contro gli 8 milioni 656 mila spettatori e il 31.63% di Mediaset, e nelle 24 ore con 3 milioni 898 mila spettatori e il 35.01% di share contro i 3 milioni 538 mila spettatori con il 31.78% delle reti di Cologno Monzese, che si impongono nella seconda serata con 3 milioni 951 mila spettatori e il 33.73% (3 milioni 150 mila spettatori e il 26.9% di share per la Rai). La7 ha conquistato il 6% nella giornata, ed è quarta rete in prime time (20.30-22.30) con il 7.59%.

Simona Ventura nello studio di ‘Selfie’

Nella sfida tra i tg prevale il Tg1 con 6 milioni 136 mila spettatori pari al 24.69% di share; segue il Tg5 con 4 milioni 715 mila (18.7%) e quindi il TgLa7 con 1 milione 956 mila (7.77%). La programmazione televisiva di ieri prevedeva poi su Rai2 il film Come d’incanto, che ha avuto 2 milioni 264 mila spettatori e l’8.49% di share. Su Italia 1 la serie Lethal Weapon è stata vista da 1 milione 675 mila spettatori con il 7.06% di share. Su La7 Piazzapulita ha avuto 1 milione 480 mila spettatori con il 7.38%. Su Rai3 l’appuntamento con il programma Amore Criminale ha registrato 1 milione 215 mila spettatori con il 4.93% di share, mentre su Rete4 l’approfondimento Ancora dalla vostra parte ha registrato 1 milione 198 mila spettatori con il 4.22%. La7 segnala anche la seconda parte della Notte del Referendum (02.00-03.46) al 15.82%; Coffee Break al 6.48%; L’aria che tira all’8.62%; il Tg delle 13.30 al 6.03%; Tagadà al 3.91%, lo Speciale Tgla7 delle 16.30 al 4.09%. La Rai, invece, sottolinea gli ascolti per Bianca Berlinguer che nel pomeriggio di Rai3 con “#cartabianca” ha avuto 1 milione 319 mila spettatori (8.86%) e “Gazebo social news” con 1 milione 370 mila (5.34%).

Nella giornata di ieri, in primo piano il Cinema, con uno share del 2.51% in prime time. In particolare la prima tv del film “Vacanze ai Caraibi”, dalle 21.15 su Sky Cinema Uno/+1 HD, dalle 21.45 su Sky Cinema Hits HD e su Sky On Demand (compresi i clienti che lo hanno visto nei giorni scorsi grazie a Primissime), ha ottenuto 721 mila spettatori. In evidenza anche le news di Sky TG24 HD e Sky Meteo24 che, fa sapere l’emittente, nella giornata interamente dedicata all’esito del Referendum Costituzionale, hanno ottenuto, sui canali del bouquet Sky e sul digitale terrestre, 5.693.718 spettatori unici, con una share media giornaliera dell’1,41%. Con questi dati, Sky TG24 si conferma anche ieri il canale all news più visto in Italia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Mondadori, siglato accordo per la cessione di Mondadori France a Reworld Media

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Turchia: all’ufficio per la Comunicazione di Erdogan il controllo dell’agenzia di stampa Anadolu

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy

Zuckerberg nel mirino delle autorità Usa: rischio sanzioni per ripetute violazioni della privacy