Segnali positivi per il mercato della rassegna stampa in Italia. A Eco della Stampa e Data Stampa le fette più grandi del mercato (INFOGRAFICHE)

Nonostante il calo generale che ha investito in tempi più o meno recenti il settore della comunicazione, il mercato della rassegna stampa sembra mantenere un trend incoraggiante. A dimostrarlo i dati relativi agli ultimi bilanci delle principali società attive nel settore, che confermerebbero quanto di positivo già evidenziato l’anno passato. Secondo i dati raccolti e analizzati da Enzo Rimedio sul sito Sosdigitalpr.com, le perdite più marcate sono state registrate tra il 2012 e il 2013. Più contenute negli anni successivi, a fronte di un giro d’affari superiore ai 46 milioni di euro.

(infografica ripresa dal sito Sosdigitalpr.com)

Guardando ai ricavi del 2015, la fetta più grossa è rappresentata da Eco della Stampa e Data Stampa, che da sole rappresentano il 65% del mercato, con quote rispettivamente pari al 35% e al 27%.

(infografica ripresa dal sito Sosdigitalpr.com)

Alle loro spalle Telpress (10%), Mimesi e Kantar Media con quote pari al 6%. Poi Waypress e Selpress (in dismissione da fine anno) al 4%, Sifa e Euregio (2%). Chiude Intermedia all’1%.

Di seguito un dettaglio con i trend dei ricavi degli ultimi 4 anni:

(infografica ripresa dal sito Sosdigitalpr.com)

 

(infografica ripresa dal sito Sosdigitalpr.com)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> 24 aprile </strong> Stravince la Coppa Italia. Le Iene battono la Sciarelli sulla nera

24 aprile Stravince la Coppa Italia. Le Iene battono la Sciarelli sulla nera

Rcs-Blackstone: la giudice di New York sospende il procedimento sulla sede di via Solferino. Il caso passa in Italia

Rcs-Blackstone: la giudice di New York sospende il procedimento sulla sede di via Solferino. Il caso passa in Italia

Rai, in arrivo il canale multipiattaforma per l’informazione istituzionale: RaiParlamento e GrParlamento motori

Rai, in arrivo il canale multipiattaforma per l’informazione istituzionale: RaiParlamento e GrParlamento motori