“A gennaio comincio una nuova avventura”. Maurizio Crozza, dopo dieci anni, saluta La7 per approdare a gennaio su Nove di Discovery

(Tvzap) “Popolo delle meraviglie addio, cosa si dice in questi casi? Dopo 10 anni a La7 si esce per buona condotta. A gennaio ricomincio una nuova avventura, spero di trovare nei prossimi anni la stessa bella accoglienza che ho trovato qui, in questa rete”. Venerdì 17 dicembre è andata in onda l’ultima puntata di Crozza nel paese delle meraviglie e l’ultima apparizione del comico su La7. Da gennaio 2017 infatti Crozza approderà al gruppo Discovery (Nove, Real Time, DMax) e diventerà il volto di punta di canale Nove.

La notizia era stata annunciata quest’estate alla presentazione dei palinsesti di Discovery e venerdì ha salutato il pubblico della rete in cui è rimasto per 10 lunghi anni: “Sono venuto qui che avevo i capelli. Ho iniziato il 25 aprile del 2006, il programma si chiamava Crozza Italia“.

Nel corso dell’ultima puntata ha riportato sul palco i suoi personaggi più iconici con sketch o filmati d’archivio. “Per il momento me ne torno a Genova, vado a festeggiare i 30 del teatro Archivolto, perché artisticamente siamo quasi nati insieme e i primi amori non si scordano mai”.

Poi un pensiero a tutti gli autori, truccatori e le persone che l’hanno aiutato a portare in scena i suoi spettacolo “Io sono stato 10 anni su questo palco, e la faccia era una: la mia. Ma la testa e le mani che me l’hanno consentito, sono state tante”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Classifica Audiweb dell’informazione online a maggio. Repubblica sempre in testa; Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport guadagnano terreno

Classifica Audiweb dell’informazione online a maggio. Repubblica sempre in testa; Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport guadagnano terreno

Nyt, Figaro, Monde, Faz, Pais: la scomparsa di Camilleri fa il giro del mondo online

Nyt, Figaro, Monde, Faz, Pais: la scomparsa di Camilleri fa il giro del mondo online

L’Ue apre indagine antitrust su Amazon. Nel mirino l’uso dei dati dei rivenditori indipendenti

L’Ue apre indagine antitrust su Amazon. Nel mirino l’uso dei dati dei rivenditori indipendenti