Il 93% degli internauti guarda video almeno una volta al mese. I dati GlobalWebIndex: il maggior consumo nella fascia 25-34 anni; in America Latina e Medio Oriente la fruizione più alta (INFOGRAFICA)

Lo scorso giugno Nicola Mendelsohn, vp Facebook Emea, ha profetato che entro 5 anni il social fondato da Mark Zuckerberg diventerà completamente mobile e video. In attesa di capire se davvero tra qualche anno ci sarà questa radicale trasformazione, quello che è certo è che ultimamente i video, a cominciare soprattutto dai contenuti  live, sono diventati un requisito basilare per i social network,e una direzione di sviluppo da seguire per tutti quei siti che cercano di allargare la propria audience.

Secondo i dati raccolti nell’ultimo quadrimestre dell’anno da GlobalWebIndex, il 93% degli internauti oggi guarda contenuti video almeno una volta al mese. Il maggior consumo di questi contenuti si registra tra i più giovani, e in particolare tra i millennials, d’età compresa tra i 25 e i 34 anni. America Latina, Medio Oriente e Africa le zone dove la fruizione è più alta.

Ecco l’infografica riassuntiva elaborata da GlobalWebIndex:

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”