Spotify testa le canzoni sponsorizzate, inserendo brani che le case discografiche vogliono promuovere nelle playlist degli utenti non abbonati

Dopo le playlist, Spotify si prepara a testare anche le canzoni sponsorizzate, cioè i brani che le case discografiche vogliono promuovere. La novità – confermata dall’azienda ad alcuni siti web – si differenzia dalle normali inserzioni per la posizione. Le canzoni infatti sono mostrate direttamente nella playlist dell’utente, e sono inoltre scelte in base ai gusti dell’ascoltatore.

A oggi il servizio di musica in streaming conta 140 milioni di utenti, di cui 50 milioni sono abbonati e 90 milioni usano il servizio gratis ‘in cambio’ degli spot. E proprio sugli utenti gratuiti  dovrebbero essere testati i brani sponsorizzati, che possono essere comunque disattivati.

Il nuovo formato pubblicitario serve a far cassa. Spotify quest’anno punta a quotarsi in borsa e nel 2016 ha registrato una perdita operativa di 389 milioni di dollari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editori Ue vs Google: non vendere pubblicità basata su tracciamento utenti sconvolgerà business della stampa e favorirà monopolio dati

Editori Ue vs Google: non vendere pubblicità basata su tracciamento utenti sconvolgerà business della stampa e favorirà monopolio dati

Sanremo 3° serata: giù anche i duetti. Festival fighetto? Ama e Fiore resistono sul pubblico abbiente. Classe mediobassa in fuga

Sanremo 3° serata: giù anche i duetti. Festival fighetto? Ama e Fiore resistono sul pubblico abbiente. Classe mediobassa in fuga

Google aumenterà del 2% il costo della pubblicità in Francia e Spagna per compensare il costo della digital tax

Google aumenterà del 2% il costo della pubblicità in Francia e Spagna per compensare il costo della digital tax