Spotify testa le canzoni sponsorizzate, inserendo brani che le case discografiche vogliono promuovere nelle playlist degli utenti non abbonati

Dopo le playlist, Spotify si prepara a testare anche le canzoni sponsorizzate, cioè i brani che le case discografiche vogliono promuovere. La novità – confermata dall’azienda ad alcuni siti web – si differenzia dalle normali inserzioni per la posizione. Le canzoni infatti sono mostrate direttamente nella playlist dell’utente, e sono inoltre scelte in base ai gusti dell’ascoltatore.

A oggi il servizio di musica in streaming conta 140 milioni di utenti, di cui 50 milioni sono abbonati e 90 milioni usano il servizio gratis ‘in cambio’ degli spot. E proprio sugli utenti gratuiti  dovrebbero essere testati i brani sponsorizzati, che possono essere comunque disattivati.

Il nuovo formato pubblicitario serve a far cassa. Spotify quest’anno punta a quotarsi in borsa e nel 2016 ha registrato una perdita operativa di 389 milioni di dollari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza