Roberta La Selva lascia Condé Nast e diventa direttore strategico e della comunicazione di Vice Italia

Roberta La Selva, dopo una pluriennale esperienza in agenzie di adv conclusasi come Direttore Generale di J. Whalter Thomson Italia, ha trascorso gli ultimi due anni in Condé Nast come Senior Vice President, responsabile dell’hub creativo dell’editore e Direttore del business development.

A seguito dell’esperienza maturata nell’editoria, decide di accettare la nuova sfida in Vice Media Italia come Direttore Strategico e della Comunicazione.

Roberta La Selva

Roberta La Selva

“Vice è un grande brand internazionale, con immense potenzialità e ampi spazi per incrementare la già fortissima spinta che sta dando alla qualità dei contenuti per i brand anche a livello locale,” ha dichiarato Roberta La Selva. “Del gruppo Vice Media in Italia ritengo vincente il dinamismo, il focus sul nuovo, uniti alla struttura di servizi creativi—Virtue —in grado di sviluppare tutto il processo di comunicazione al proprio interno (dall’idea al contenuto, dalla produzione alla distribuzione). È una media company che sta già percorrendo la strada che sarà la comunicazione del futuro con un posizionamento unico e differenziante: non posso che affrontare questa nuova avventura professionale con grande entusiasmo e orgoglio di farne parte.”

Roberta La Selva si occuperà prevalentemente della strategia per i brand partner nella struttura produttiva e creativa interna Virtue.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti