Oggi sostenitori pentastellati votano il ‘Programma Telecomunicazioni’ del Movimento 5 Stelle. Decidono su banda ultralarga, frequenze e 5G, accesso a Internet, governance Rai e finanziamento del servizio pubblico

Oggi, mercoledì 19 luglio, i sostenitori del Movimento 5 Stelle sono chiamati a votare  per il Programma Telecomunicazioni del MoVimento 5 Stelle. Le votazioni saranno aperte su Rousseau dalle 10.00 alle 19.00.

Beppe Grillo circondato da giornalisti (foto Olycom)

Beppe Grillo circondato da giornalisti (foto Olycom)

“Ora è il momento di decidere quali saranno le priorità del programma delle Telecomunicazioni”, si legge sul blog. Questi i punti su cui si decide:

Banda ultra larga: per sviluppare la banda ultra larga, volete che l’infrastruttura di rete sia pubblica e gestita da una società pubblica?

Frequenze e 5G: per utilizzare al meglio le nuove tecnologie internet e il 5G, dovremo riassegnare delle frequenze occupate dal digitale terrestre. Quale soluzione vuoi venga realizzata prioritariamente per questa transizione?

Accesso a Internet garantito: per avere un accesso minimo garantito a internet per tutti i cittadini italiani sarà necessario superare una serie di ostacoli. Quale divario vuoi che si risolva prioritariamente?

La scelta della governance Rai: quale modello di governance del servizio pubblico radiotelevisivo volete che sia adottato?

Il modello di finanziamento del servizio pubblico: come volete che sia finanziato il servizio pubblico?

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza