Arriva l’edizione italiana di Forbes. Da metà settembre sul web, a ottobre nelle edicole. Editore Blue Financial Communication di Denis Masetti

Sarà presentata ufficialmente il 13 settembre l’edizione italiana della prestigiosa rivista americana Forbes. A portarla nel nostro Paese è Blue Financial Communication di Denis Masetti che del nuovo magazine è anche direttore responsabile. Accanto a lui in questa nuova impresa editoriale, il direttore esecutivo Alessandro Rossi e il coordinatore della redazione Marco Barlassina.

Il team di Blue Financial Communication

Il team di Blue Financial Communication

L’edizione digitale all’indirizzo Forbesitalia.it avrà un aggiornamento quotidiano, mentre il mensile andrà in edicola a fine mese  iniziando con il numero di ottobre (disponibile a fine settembre). Previsti 11 numeri l’anno al prezzo di 3,90 euro con una tiratura lancio di 100mila copie che secondo le stime di Bfc dovrebbero poi attestarsi intorno alle 70mila.

All’edizione italiana del magazine contribuiranno – dicono dall’editrice – personaggi e protagonisti molto riconoscibili della business community e ogni mese ci sarà un editoriale di Steve Forbes.

La pubblicità è raccolta internamente (responsabile Michele Gamba) dall’editrice milanese specializzata nell’informazione sul personal business sui prodotti finanziari, nata nel 1995. A Bfc fanno già capo i brand Bluerating,Private, iFinance, Fintech Age, Soldiweb, Investment & Trading event e Gooruf.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti