A San Francisco il primo summit anti terrorismo con i giganti del web. Accanto a Facebook, Microsoft, Twitter e YouTube anche i rappresentati di governi e Onu

Oggi a San Francisco si riunisce per la prima volta il Forum globale di Internet contro il terrorismo creato il mese scorso da Facebook, Microsoft, Twitter e YouTube. All’iniziativa ha aderito anche Snapchat, che parteciperà al database condiviso di immagini terroristiche che punta a bloccare la diffusione su piattaforme diverse di un contenuto etichettato come di propaganda o violento.

Nell’incontro al tavolo con i colossi del web siederanno anche un’altra dozzina di compagnie minori, Ong e di rappresentanti dei governi, Ue compresa, e dell’Onu, con l’intento comune di collaborare per impedire ai terroristi di sfruttare internet e i suoi strumenti per fare propaganda e per ogni altra attività criminale online. Al forum parteciperanno anche il ministro dell’Interno britannico Amber Rudd e il vicesegretario alla sicurezza Usa Elaine Duke.

Nella foto, in alto: Satya Nadella (Microsoft) e Mark Zuckerberg (Facebook); sotto: Jack Dorsey (Twitter) e Susan Wojcicki (YouTube)

Questa prima riunione, spiegano le compagnie in una nota congiunta, servirà per formalizzare gli obiettivi di collaborazione e per individuare insieme alle società minori delle specifiche aree di supporto. Guerra al terrorismo sul web, ribadiscono, significa lotta alla sua promozione, propaganda e allo sfruttamento degli attacchi terroristici sulle piattaforme web e social.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020