Facebook spinge sul web ‘veloce’ e modifica il suo algoritmo per dare più spazio nel news feed alle notizie che si caricano in tempi brevi

Facebook vuole ridurre i tempi morti per l’utente. Il social network ha annunciato una nuova modifica all’algoritmo che decide cosa vedono gli iscritti nel loro news feed per spingere più in alto i post con i link ai siti web che si caricano più velocemente sui dispositivi mobili. La novità sarà implementata gradualmente nei prossimi mesi e tiene conto del fatto che, secondo le stime, il 40% di chi visita siti li abbandona dopo appena 3 secondi di ritardo nel caricamento della pagina.

Mark Zuckerberg (Foto: Olycom)

La velocità dei link sarà misurata anche tenendo conto della qualità di connessione dell’utente e dei tempi di caricamento complessivi di una pagina, ha spiegato la compagnia.

Le pagine che “si caricano più velocemente offrono un’esperienza migliore, sia su Facebook sia su internet”, ha spiegato la società di Zuckerberg, sottolineando che l’aggiornamento “è fatto per rispondere alle richieste degli utenti”. “Stiamo condividendo suggerimenti per aiutare i proprietari dei siti a rendere il loro sito più veloce e più ‘mobile-friendly'”. “Le aziende del settore stanno lavorando per migliorare l’esperienza mobile per le persone e per gli editori, in modo da poter visualizzare più velocemente i contenuti”, ha aggiunto non limitando il potenziale campo di interesse ai soli Instant Articles, lo spazio per le notizie lanciato nel 2015, che non è mai riuscito a convincere del tutto gli editori.

Ma in ogni caso su questo fronte la novità potrebbe essere ancora più rilevante in vista della possibilità che sul social arrivino notizie e articoli a pagamento.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Dal Tribunale di Madrid primo round legale a favore di Perez e Agnelli: no a veti di esclusione dei club che promuovono la Superlega

Dal Tribunale di Madrid primo round legale a favore di Perez e Agnelli: no a veti di esclusione dei club che promuovono la Superlega

Superlega. Uefa tratta con un fondo investimento UK per creare una Champions da 7 miliardi di euro

Superlega. Uefa tratta con un fondo investimento UK per creare una Champions da 7 miliardi di euro

Nella TOP 20 SQUADRE INTERNAZIONALI PIÙ SOCIAL, 11 sono nella Superlega. Sensemakers: corrispondenza tra attività social e capacità di monetizzazione

Nella TOP 20 SQUADRE INTERNAZIONALI PIÙ SOCIAL, 11 sono nella Superlega. Sensemakers: corrispondenza tra attività social e capacità di monetizzazione