- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Disney si prepara a sfidare Netflix, lanciando due nuovi servizi streaming. In arrivo nel 2018 un canale dedicato allo sport Espn e nel 2019 uno per i suoi film e cartoni animati

Novità in arrivo per la Disney. Il colosso dell’animazione ha annunciato [1] l’intenzione di puntare sempre di più sullo streaming, realizzando due suoi canali. Il primo, operativo dal prossimo anno, sarà legato al suo canale sportivo ESPN e includerà le competizioni della Major League Baseball e della National Hockey League, offrendo 10.000 eventi dal vivo l’anno, disponibili per abbonamenti anche a seconda dello sport preferito. Il secondo, dal 2019, metterà a disposizione tutti i prodotti marchiati Disney e Pixar, dai classi lungometraggi a cartoni animati, ai telefilm più recenti. E di conseguenza Disney ha annunciato che non verrà rinnovato l’accordo di distribuzione che il gruppo ha attualmente con Netflix, in scadenza alla fine del 2019.

[2]

Robert A. Iger, chief executive Disney (foto Olycom)

Per realizzare i due progetti, il papà di Topolino ha incrementato anche la sua partecipazione in BamTech, società specializzata nella diffusione di canali streaming, di cui possiede già il 33%, investendo 1,58 miliardi di dollari per assicurarsi un’ulteriore fetta del 42%.

La mossa coincide con i segnali di abbandono negli Usa della tv via cavo, alla quale gli americani stanno sempre più preferendo i servizi in streaming. E lo stesso segmento del network via cavo di Disney – dove è presente anche Espn – ha registrato utili operativi in calo del 23%.

“I membri di Netflix negli Stati Uniti avranno accesso ai film Disney disponibili sul catalogo fino alla fine del 2019, compresi tutti i nuovi film che verranno proiettati nelle sale cinematografiche entro la fine del 2018. Continuiamo a collaborare con la Walt Disney Company a livello globale su molti fronti, inclusa la Marvel TV”, ha specificato poi nelle ore successive all’annuncio un portavoce della tv in streaming.