In aiuto dei giornalisti inglesi arriva un software per verificare in tempo reale le dichiarazioni dei politici, smascherando le ‘bufale’

I giornalisti britannici potranno avvalersi di un software in grado di smascherare le fake news. Il programma è stato messo a punto da Full Fact, organizzazione dedicata al fact-checking delle notizie, e consentirà di verificare in tempo reale la veridicità delle dichiarazioni rilasciate dai politici in tv, sulla stampa e in Parlamento.
Stando al Guardian, che ha testato il software, a partire da ottobre sarà diffusa una prima versione del sistema, chiamata dai suoi creatori il ‘bullshit detector’ (rivelatore di cavolate). La fase sperimentale riguarderà dapprima il Regno Unito, e successivamente il Sud America e l’Africa, dove Full Fact collabora con gli omologhi locali Chequeado e Africa Check. Una prima versione del sistema usa una database con migliaia di controlli di veridicità fatti manualmente, ma le versioni future saranno in grado di accedere automaticamente a dati ufficiali.

Mevan Babakar

“E’ come cercare di costruire un sistema immunitario”, ha detto Mevan Babakar, project manager di Full Fact a Londra. “Sempre più informazioni sbagliate vengono diffuse nel mondo, e ciò che ci manca sono i mezzi per respingerle”.

Il programma è stato sviluppato dai ricercatori di Full Fact con 500mila dollari di finanziamenti da fondazioni di beneficenza sostenute da due miliardari: l’imprenditore George Soros e il fondatore di eBay Pierre Morad Omidyar.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch