Nella raccolta pubblicitaria online saranno sempre più importanti i video. Le piattaforme social se ne sono accorte (INFOGRAFICA)

Il volume complessivo degli investimenti pubblicitari sui video digitali è destinato a crescere sempre di più. Fino, secondo una proiezione di Emarketer, a superare i 13 miliardi di dollari negli Usa già quest’anno, pari al 15,9% degli investimenti pubblicitari complessivi sul web.

 

Secondo Emarketer – che peraltro esclude dal computo la componente di investimenti sui social network -, nel 2021 il volume di spesa in video advertising digitale supererà quota 22 miliardi, pari al 17,2% del totale della rete. Ecco perché, nota Emarketer, anche le piattaforme social come Facebook, Twitter e Snapchat paiono intenzionate ad offrire soluzioni video e per il video advertising sempre più performanti, al fine di non “perdere terreno” nell’accaparrarsi quote di raccolta pubblicitaria.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”