Quattro eroi nazionali per raccontare la storia recente alle giovani generazioni. Debutta lunedì su Rai1 ‘Nel nome del popolo italiano’, una serie di docufilm prodotta da Anele con Rai Cinema e Rai Com dedicata a Vittorio Occorsio, Piersanti Mattarella, Marco Biagi e Natale De Grazia

Debutta lunedì su Rai1 ‘Nel nome del popolo italiano’, una produzione Anele con Rai Cinema e Rai Com. La serie conta 4 docufilm, in prima visione assoluta per quattro seconde serate consecutive fino al 7 settembre, prodotti da Gloria Giorgianni con Tore Sansonetti e Carlotta Schininà per Anele.

Gli episodi, da 60 minuti ciascuno, raccontano le vicende di quattro italiani che hanno sacrificato la vita per la difesa della democrazia, della legalità e di un’ideale. Uomini che hanno vissuto e operato andando incontro al loro destino, nel ventennio che va dalla fine degli anni ’80 ai primi anni del 2000. Eccoli, secondo l’ordine della programmazione: il giudice Vittorio Occorsio, il presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella, il giuslavorista Marco Biagi e il capitano Natale De Grazia.

I protagonisti dei 4 docufilm

Le gesta di questi quattro “eroi nazionali”, spiega una nota, sono ripercorse “dal punto di vista delle nuove generazioni che hanno sentito soltanto gli echi di quelle vicende ma vogliono capire” e sono raccontate in modo “giornalistico”, ricorrendo a interviste con testimoni diretti e coniugando il linguaggio del documentario a quello della narrazione drammaturgica.

Diretti dai registi Gianfranco Pannone (Vittorio Occorsio), Maurizio Sciarra (Piersanti Mattarella), Gianfranco Giagni (Marco Biagi) e Wilma Labate (Natale De Grazia), i 4 docu-film ambiscono a restituire al pubblico lo sfondo storico, culturale e sociale in cui i quattro personaggi hanno vissuto e operato andando incontro al loro destino, nel ventennio che va dalla fine degli anni ’80 ai primi anni del 2000.

Accompagnano il telespettatore nel racconto in qualità di attori-narratori: Gian Marco Tognazzi (protagonista del docu-film su Vittorio Occorsio), Dario Aita (Piersanti Mattarella), Massimo Poggio (Marco Biagi) e Lorenzo Richelmy (Natale De Grazia).

Vittorio Occorsio e Gloria Giorgianni

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti