I conti del semestre sono coerenti con il piano di rilancio del ‘Sole 24 Ore’, assicura il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia. Massima fiducia in Gentili e Moscetti

Gli ultimi dati di bilancio del ‘Sole 24 Ore’ “ci confermano che siamo coerenti con il piano: il management lo aveva già chiarito quando aveva presentato il piano al mercato. Ho grande fiducia nel direttore Guido Gentili, su quello che sarà il piano editoriale che realizzerà, nel board e nell’ad Franco Moscetti”. E’ quanto ha affermato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, arrivando al primo giorno dell’Italian equity week in corso nella sede di Borsa Italiana.

Per quanto riguarda l’aumento di capitale, ha aggiunto Boccia, “è stata una richiesta che il board ha fatto a noi e al mercato. Noi sottoscriveremo la parte di nostra competenza. Faccio solo rilevare che la vendita di un pezzo di asset della Formazione del Sole ha contribuito a raddoppiare i valori che avevano previsto, il che significa che gli asset patrimoniali sono importanti”.

Adesso, ha concluso, “occorre lavorare tutti insieme per armonizzare e fare di questo giornale un grande giornale anche in termini di risultato. Ci sono tutte le condizioni per farlo, e noi faremo la nostra parte”.

Vincenzo Boccia (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Franceschini (Mic): istituito il gruppo di lavoro per la legge sul libro

Franceschini (Mic): istituito il gruppo di lavoro per la legge sul libro

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Rapporto Sviluppo Sostenibile 2021: Italia migliora poco e lentamente; per la prima volta dal 2015 tendenza negativa nel raggiungimento target

Apple lancia i Podcasts a pagamento (Apple Podcasts Subscriptions). Del Sole 24 Ore e Storie Libere i primi canale pay italiani

Apple lancia i Podcasts a pagamento (Apple Podcasts Subscriptions). Del Sole 24 Ore e Storie Libere i primi canale pay italiani