Vivendi verso l’intesa con Agcom su Mediaset. La media company francese pensa di trasferire il 20% della tv di Cologno in un blind trust

Vivendi avrebbe trovato un’ipotesi d’intesa con l’Agcom, in base alla quale sarebbe disposta a trasferire in un blind trust una quota di Mediaset pari circa al 20% del capitale di quest’ultima, scendendo così sotto il 10% nel gruppo della galassia Berlusconi. Il piano definitivo, stando a quanto segnalato dalle agenzie, non è ancora arrivato negli uffici del Garante, ma è atteso in questi giorni o all’inizio della prossima settimana, e comunque sicuramente prima del consiglio Agcom convocato per il 13 settembre.

Nella foto, a sinistra Angelo Marcello Cardani, presidente Agcom; a destra Pier Silvio Berlusconi e Vincent Bollorè

Intanto, sembra proseguire il lavoro della media company francese per la pay tv paneuropea. Stando a quanto riporta oggi il ‘Corriere della Sera’, la joint venture tra Tim e Canal+ – sulla cui base dovrebbe articolarsi il progetto – inizia a prendere forma, con le due società che poco dopo Ferragosto avrebbero concordato uno schema d’intesa. Tim, secondo quanto segnala il giornale, dovrebbe avere un ruolo strategico “sia in termini di governance sia dal punto di vista finanziario”, con l’80% del capitale e il diritto di nominare l’amministratore delegato, i direttori generale e finanziario. Ai francesi invece spetterebbe l’indicazione del responsabile dei contenuti.

Voci di mercato suggerirebbero che Bollorè vorrebbe trovare un accordo con Mediaset, offrendo a Cologno di entrare nella joint venture.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Italia-Galles, gli Azzurri su Twitter. Ecco le conversazioni TOP e gli hashtag più utilizzati per #UEFAURO2020

Italia-Galles, gli Azzurri su Twitter. Ecco le conversazioni TOP e gli hashtag più utilizzati per #UEFAURO2020

Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech

Gentiloni: L’accordo al G20 sull’imposta alle multinazionali non è in conflitto con la digital tax per i grandi gruppi tech

Post Brexit, l’Ue prepara un piano per ridurre serie e film britannici su Amazon e Netflix, “per una maggiore diversità di contenuti

Post Brexit, l’Ue prepara un piano per ridurre serie e film britannici su Amazon e Netflix, “per una maggiore diversità di contenuti