Viacom lancia il canale Spike sul tasto 49 del digitale terrestre, acquistato da Scripps Networks. Joint venture al 50% con De Agostini per Super!

Viacom International Media Networks Italia ha in programma di lanciare a fine ottobre il canale free Spike sul tasto 49 del digitale terrestre, dove oggi c’è Fine Living. Il canale è stato acquistato da Scripps Networks prima che quest’ultima fosse rilevata da Discovery Communications. Viacom e Scripps – che in Italia è già presente con Food Network sul 33 del dtt, la cui raccolta pubblicitaria è affidata proprio a Viacom – hanno raggiunto un accordo di lungo termine sui contenuti.

Viacom è anche divenuta partner di De Agostini con una joint venture al 50% del canale kids Super!, tra i più seguiti in Italia, per il quale già offriva contenuti e gestiva la raccolta pubblicitaria, insieme a quella dell’altro canale del gruppo, Alpha. Viacom si occupa anche della raccolta pubblicitaria dei canali Sony Pop e Cine Sony e di Radio Italia Tv.

Il lancio di Spike è previsto per il prossimo 22 ottobre, ha reso noto Viacom, che sul digitale terrestre possiede anche i canali Paramount Channel (LCN 27) e VH1 (LCN 67).

Paolo Romano, direttore generale di Viacom pubblicità & brand solutions e l’ad di Viacom International Media Networks Italia, Andrea Castellari

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente

Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente

TikTok collaborerà con la Commissione Europea per una migliore tutela dei minori online

TikTok collaborerà con la Commissione Europea per una migliore tutela dei minori online

Editoria: Franceschini: continuare a investire per avvicinare alla lettura; alla fine della pandemia avremo una stagione diversa e anche migliore

Editoria: Franceschini: continuare a investire per avvicinare alla lettura; alla fine della pandemia avremo una stagione diversa e anche migliore