Da domani il servizio shopping di Google cambia dopo richieste Ue. Obiettivo azienda è trattare i concorrenti in modo uguale

Per mettersi in regola con le richieste dell’antitrust Ue, a partire da domani Google Shopping cambia faccia in Europa: l’obiettivo è trattare equamente tutti i suoi competitor, cioè gli altri servizi di comparazione dei prezzi, che quindi saranno visibili in alto nella pagina delle ricerche, laddove prima c’era soltanto Google Shopping. “Stiamo dando ai servizi di comparazione dei prezzi la stessa opportunità che diamo a Google Shopping di mostrare gli annunci dei commercianti sulle pagine di Google Search. Google Shopping concorrerà a condizioni equivalenti ed opererà come se fosse un business separato, partecipando all’asta come tutti gli altri”, ha detto un portavoce di Google. Fino ad oggi, quando un utente cercava un prodotto su Google, i primi risultati che comparivano in alto, molto visibili e quindi più cliccati, erano quelli forniti dal suo servizio di Shopping. Per questo ‘abuso di posizione dominante’, Bruxelles le ha inflitto una multa record di 2,42 miliardi di euro. Da domani, anche gli altri servizi di comparazione di shopping saranno in quello spazio.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ferrero primo italiano fra i 500 paperoni al mondo, Del Vecchio 56°.  Bezos il più ricco, poi Gates e Zuckerberg – LA LISTA DEI 500

Ferrero primo italiano fra i 500 paperoni al mondo, Del Vecchio 56°. Bezos il più ricco, poi Gates e Zuckerberg – LA LISTA DEI 500

Il titolo Gedi esce da Piazza Affari. Giano Holding arriva al 100% e avvia il delisting

Il titolo Gedi esce da Piazza Affari. Giano Holding arriva al 100% e avvia il delisting

Rapporto Censis sulla trasformazione digitale in Italia: Milano in testa e Sicilia ultima in Europa

Rapporto Censis sulla trasformazione digitale in Italia: Milano in testa e Sicilia ultima in Europa