Incontrovertibile la rilevanza strategica di Tim. Il comitato golden power: Vivendi non poteva non sapere

“Costituisce un dato di fatto incontrovertibile che Tim, in proprio o tramite sue controllate, svolge attività di rilevanza strategica per il sistema di difesa e sicurezza nazionale”. E’ la conclusione a cui è arrivato il comitato di Palazzo Chigi sulla golden power, nel provvedimento notificato ieri alla stessa Tim e all’azionista Vivendi. Inoltre, si legge nel documento che riporta tutte le valutazioni dei vari ministeri interessati (Difesa, Interno, Economia e Sviluppo economico), Vivendi avrebbe dovuto essere al corrente della strategicità degli asset, e quindi in sostanza notificare ogni operazione di acquisizione di partecipazioni Tim, ben prima del 7 settembre, cioè quando ha avuto accesso agli atti. Questo perché, si legge ancora, “qualunque acquirente di partecipazioni societarie, anche di ben più ridotte dimensioni e rilevanza economica, ha cura di svolgere una serie di accertamenti sulle attività svolte dalla società target, al fine di valutare la bontà dell’investimento e poterne rendere conto ai propri azionisti”.

Vincent Bollorè, presidente di Vivendi (foto Olycom)

Dal canto suo Tim ribadisce: nessun obbligo di notifica su Vivendi. Continueremo a far valere le nostre argomentazioni nelle sedi competenti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Alessandro Gilioli in pole position per la direzione di Radio Popolare

Alessandro Gilioli in pole position per la direzione di Radio Popolare

Anso, Fisc e Fnsi firmano accordo nazionale per testate locali online e periodici cattolici. Giovannelli: giornata storica

Anso, Fisc e Fnsi firmano accordo nazionale per testate locali online e periodici cattolici. Giovannelli: giornata storica

Audiweb 3.0, avanti adagio verso la nuova rilevazione e la possibile fusione con Audipress

Audiweb 3.0, avanti adagio verso la nuova rilevazione e la possibile fusione con Audipress