‘Glamour Uk’ punta sul digitale e taglia la sua presenza in edicola. Dal 2018 niente più uscite mensili, ma due numeri l’anno dedicati alle tendenze della nuova stagione

Daniela Colombo – Con il 2018 Glamour cambia la frequenza delle sue uscite in Uk, che da mensili saranno due volte l’anno, con la pubblicazione di speciali dedicati alle tendenze delle nuove stagioni. La mossa è parte della strategia focalizzata su mobile e social messa in atto dal magazine Condé Nast, con l’obiettivo di diventare sempre di più punto di riferimento per lettori e advertiser interessati al mondo del beauty, tema che, nel mix delle notizie proposte, ha dato particolare spinta al traffico del sito web.

La copertina del numero di novembre

“I lettori di Glamour hanno oggi ritmi diversi rispetto a quando il giornale è stato lanciato nel 2001”, ha spiegato Albert Read, managing director of Condé Nast Britain, sottolineando come qualità e le idee rimangono centrali, mentre cambia il modo in cui sono trasmesse.

Gli ultimi anni non sono stati facili per il giornale, che, nonostante un recente restyling, ha registrato un calo del 26% nella circolazione. L’ultimo numero mensile sarà pubblicato a dicembre, mentre già nelle prossime settimane comincerano ad apparire novità sul sito. La trasformazione sarà affidata al chief digital officer Simon Gresham Jones.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Edicola, La strada giusta per il dopo. Gli editoriali del 2 giugno di Verdelli sul ‘Corriere’ e di Mauro su ‘Repubblica’

Edicola, La strada giusta per il dopo. Gli editoriali del 2 giugno di Verdelli sul ‘Corriere’ e di Mauro su ‘Repubblica’

Gazzetta dello Sport, l’assemblea approva la solidarietà con riduzione dell’orario del 15%

Gazzetta dello Sport, l’assemblea approva la solidarietà con riduzione dell’orario del 15%

<strong> 1 giugno </strong> Il giovane Montalbano doppia Dunkirk. Brignano batte Ranucci e Porro. Gruber fa 8 e mezzo

1 giugno Il giovane Montalbano doppia Dunkirk. Brignano batte Ranucci e Porro. Gruber fa 8 e mezzo