Il gruppo Gems apre al Salone del Libro. Siamo interessati ad entrambe le fiere di Torino e Milano, dice il presidente e ad Stefano Mauri. Ci auguriamo che tutti depongano l’ascia di guerra

Dopo l’annuncio del ritorno di Mondadori al Salone del Libro, anche il gruppo Gems apre alla sua partecipazione all’edizione 2018 della manifestazione torinese. “Siamo interessati a valutare entrambe le fiere”, ha detto al ‘Corriere della Sera’ Stefano Mauri, presidente e ad di Gems. “L’anno passato abbiamo sostenuto Milano, che ne aveva più bisogno, essendo la prima edizione”.

“Quest’anno Milano correggerà i suoi errori di calendario e Torino spero risolverà i suoi problemi finanziari”, ha detto ancora.

Stefano Mauri (foto Studio Franceschin)

Stefano Mauri (foto Studio Franceschin)

“Siamo stati per principio leali alle decisioni dell’Associazione italiana editori e della maggior parte dei colleghi”, ricordando poi l’impegno del nuovo presidente Aie Ricardo Franco Levi “per conciliare i due fronti”.

“Ci auguriamo che tutti, da una parte e dall’altra, depongano l’ascia e salutino le due manifestazioni culturali con l’affetto che entrambe meritano”. “Al momento comunque”, ha precisato in conclusione, “dobbiamo ancora parlare con tutte e due le fiere”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Prime Video, ecco la squadra per la Champions e la Supercoppa. Tante star ‘condivise’

Prime Video, ecco la squadra per la Champions e la Supercoppa. Tante star ‘condivise’

I nuovi dati Ads sulla diffusione della stampa. Vendite e abbonamenti carta-digitali di quotidiani e settimanali a giugno, mensili a maggio

I nuovi dati Ads sulla diffusione della stampa. Vendite e abbonamenti carta-digitali di quotidiani e settimanali a giugno, mensili a maggio

Gazzetta del Mezzogiorno, appello della Regione Puglia. La società affittuaria della testata: Attendiamo iniziativa delle Curatele fallimentari

Gazzetta del Mezzogiorno, appello della Regione Puglia. La società affittuaria della testata: Attendiamo iniziativa delle Curatele fallimentari