Il 17 ottobre sciopero dei lavoratori della sede romana di Sky contro i licenziamenti. I sindacati: senza una risposta concreta, pronti a una mobilitazione nazionale

In programma per martedì 17 ottobre uno sciopero dei lavoratori della sede romana di Sky. Ad annunciarlo una nota congiunta di Slc Cgil, Uilcom Uil e Ugl Telecomunicazioni. L’astensione, specificano le segreterie nazionali dei sindacati di categoria, si svolgerà “in occasione dell’incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico, nell’ambito dell’iniziativa promossa sulla situazione occupazionale di Roma dallo stesso Ministero, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma”, con un presidio sotto la sede del Ministero “per rafforzare la protesta contro i licenziamenti ingiustificati di Sky Italia”.

La sede di Sky

“Allo sciopero”, aggiungono i sindacati, “in assenza di una risposta concreta, seguirà una mobilitazione nazionale contro la riorganizzazione che ha portato a centinaia di trasferimenti forzati e licenziamenti sul territorio nazionale e al pressoché svuotamento totale del sito di Roma.”

“Ricordando che Sky Italia è stata già condannata, nell’ambito della riorganizzazione, per attività antisindacale dal tribunale di Roma”, conludono, “nei prossimi giorni si avvieranno ulteriori iniziative di carattere legale atte a contrastare l’inaccettabile comportamento della multinazionale.”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch