Franco Abruzzo si dimette da presidente Unpit. Il motivo? La sentenza della Consulta sul bonus Poletti conferma le penalizzazioni per sei milioni di pensionati

Pensioni. Rivalutazione negata. Consulta: legittimo il bonus sulle perequazioni. La Consulta ha respinto le censure di incostituzionalità sollevate, ritenendo che la norma «realizzi un bilanciamento non irragionevole tra i diritti dei pensionati e le esigenze della finanza pubblica». Franco Abruzzo si dimette da presidente Unpit (Unione nazionale pensionati per l’Italia): “Ha vinto la ragion di Stato, ha perso lo Stato di diritto. Le attese dei cittadini in quiescenza non contano nulla. I giornalisti sono i più tartassati perché subiscono anche un prelievo Inpgi fuori legge” .

Giuliano Poletti (foto Olycom)

Giuliano Poletti (foto Olycom)

La Corte Costituzionale, spiega il Sole 24 Ore, ha deciso che il bonus Poletti sulle perequazioni pensionistiche è legittimo. La Consulta, prosegue il quotidiano, ha respinto le censure di incostituzionalità sollevate, ritenendo che la norma “realizzi un bilanciamento non irragionevole tra i diritti dei pensionati e le esigenze della finanza pubblica”. La questione concernente la perequazione dei trattamenti pensionistici è stata ereditata dalla riforma Fornero, oggetto già di un ricorso che nel 2015 ha portato a un rimborso, il cosiddetto bonus Poletti. Una misura considerata parziale dai ricorrenti, che lamentano penalizzazioni per “sei milioni di pensionati”. Ne è seguito un appello bis sui cui oggi la Corte Costituzionale si è pronunciata.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Elia Mariani nominato chief consumer officer di Sky Italia

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020