L’ok di Viale Mazzini al contratto di servizio un atto importante, dice il sottosegretario Giacomelli. Ora la Rai tornerà a investire in format originali, sostenendo l’industria italiana dell’audiovisivo

“La condivisione di Rai della proposta del ministero sul Contratto di servizio è un atto importante che consente di avviare nei tempi previsti la fase di valutazione della commissione parlamentare di Vigilanza”. A sottolinearlo, in una nota, il sottosegretario Antonello Giacomelli. “La Rai tornerà ad investire sulla produzione di format originali, ridefinirà il numero di reti e canali, varerà il canale in lingua inglese, sosterrà in modo importante l’industria italiana dell’audiovisivo”, ha spiegato ancora.

Antonello Giacomelli (foto Olycom)

Antonello Giacomelli (foto Olycom)

“Sono solo alcuni degli aspetti innovativi ed impegnativi del nuovo contratto, che ha come unico interesse la volontà del governo e di Rai di fare un servizio pubblico sempre più all’altezza delle attese dei cittadini”, ha aggiunto Giacomelli.

“Ora l’obiettivo”, ha concluso, “è consentire al Consiglio dei ministri, dopo la fase di confronto parlamentare, di approvare il testo definitivo entro la fine dell’anno”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Lega Serie A, la spartizione politica che quasi faceva saltare l’operazione fondi. Le manovre di Lotito e l’attesa per Dal Pino. E via Rosellini..

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Sostenibilità. Accordo tra Ministero dell’Ambiente e Sky Italia. Costa: partner importante per sfide cruciali. Ibarra: anno decisivo

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch

Il 70% degli americani si informa sui social media. Facebook, YouTube e Twitter i più usati, poi Reddit, Snapchat, Linkedin, WhatsApp, Tumblr e Twitch