Accettiamo il Golden power, se c’è dialogo non faremo ricorso, dice il presidente Tim de Puyfontaine a ‘Repubblica’

“Condivido la posizione del governo italiano sulle problematiche legate alla sicurezza nazionale. Accettiamo il golden power e ci confronteremo sulle cose che ci vengono richieste, avendo cura che gli interventi da fare non danneggino l’attività operativa dell’azienda. Molti di questi, peraltro, li abbiamo già anticipati”. Ad affermarlo è Arnaud de Puyfontaine che, nella sua veste di presidente esecutivo di Tim, in un’intervista a “La Repubblica”, lancia segnali al governo italiano.

Arnaud de Puyfontaine, ad di Vivendi (foto Olycom)

“La nostra intenzione è avviare un dialogo per arrivare ad una soluzione condivisa, che chiarisca anche l’ applicazione di alcuni degli interventi che ci sono stati richiesti. Se così sarà non ci sarà alcun ricorso da parte nostra” afferma ancora de Puyfontaine.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Dal Tribunale di Madrid primo round legale a favore di Perez e Agnelli: no a veti di esclusione dei club che promuovono la Superlega

Dal Tribunale di Madrid primo round legale a favore di Perez e Agnelli: no a veti di esclusione dei club che promuovono la Superlega

Superlega. Uefa tratta con un fondo investimento UK per creare una Champions da 7 miliardi di euro

Superlega. Uefa tratta con un fondo investimento UK per creare una Champions da 7 miliardi di euro

Nella TOP 20 SQUADRE INTERNAZIONALI PIÙ SOCIAL, 11 sono nella Superlega. Sensemakers: corrispondenza tra attività social e capacità di monetizzazione

Nella TOP 20 SQUADRE INTERNAZIONALI PIÙ SOCIAL, 11 sono nella Superlega. Sensemakers: corrispondenza tra attività social e capacità di monetizzazione